Aggiungi i tuoi traguardi al curriculum: un trucco per ottenere più colloqui

Mettiti nei panni di un datore di lavoro. Stai esaminando il curriculum di un candidato che afferma di possedere le specifiche capacità e competenze che stai cercando, nonché gli anni di esperienza richiesti. Fin qui tutto bene, potresti pensare. Se però il candidato non evidenzia le sue competenze menzionando i traguardi raggiunti – al contrario di altri che dimostrano di possedere un valore aggiunto, come ad esempio “aumento della fedeltà del cliente del 15%” – lo chiameresti per un colloquio? Probabilmente no. Non essere tu quel candidato. Aumenta le probabilità di essere chiamato per un colloquio evidenziando gli obiettivi da te raggiunti.

Crea il tuo cv

Dovresti aggiungere i tuoi successi al curriculum? E perché?

In breve, sì. Dovresti certamente aggiungerli al tuo curriculum. Per farlo, serve un po’ di impegno, ma ciò può metterti in una posizione di vantaggio rispetto agli altri candidati. Ecco perché.

Nel suo curriculum, un candidato può dichiarare di saper fare qualsiasi cosa semplicemente aggiungendo le competenze nell’apposita sezione. Fare ciò, lascia comunque un certo margine di astrattezza rispetto a quelli che sono il livello di competenza e le capacità. Puoi invece incuriosire i datori di lavoro dimostrando come applichi le tue competenze tramite la condivisione dei risultati ottenuti. Ricorda che a molti datori di lavoro interessa solo cosa potresti fare per loro. Rendere noti i risultati da te ottenuti è un ottimo modo per far vedere di cosa sei capace e suscitare interesse.

Non fare l’errore di pensare che la semplicità tuo lavoro implichi la non necessaria condivisione dei traguardi raggiunti. In pratica, è sempre possibile realizzare cose importanti che fanno la differenza, a prescindere dal tipo di lavoro o dal titolo. Pensa a tutto ciò che potrebbe mettere in risalto le tue competenze lavorative.

Quali sono dei buoni esempi di risultati ottenuti da aggiungere al curriculum?

Ovviamente, tutto dipende dalla tua situazione. In primo luogo, è importante scegliere bene cosa indicare, assicurandoti che il datore di lavoro comprenda ciò che scrivi. Evita quindi termini troppo tecnici e abbreviazioni. Chi non è del settore potrebbe non capire quali sono i risultati da te ottenuti e il perché della loro importanza.

In generale, le aziende commerciali sono interessate ad aumentare il fatturato, ad accrescere la soddisfazione dei clienti o a tagliare i costi. Se non sai cosa scrivere, cerca quali sono le sfide attuali della compagnia, specialmente quelle relative al ruolo per cui ti stai candidando. Controlla la descrizione del lavoro per capire quali potrebbero essere le sfide; se ne hai già affrontate di simili, assicurati di condividere la tua esperienza!

Nello scegliere i risultati da indicare, individua quelli che sarebbero facilmente rapportabili alla situazione lavorativa per la quale fai domanda. Non parlare di numeri precisi, quanto piuttosto di percentuali. In questo modo, il datore di lavoro può facilmente applicare i tuoi traguardi alla sua situazione. Per esempio, cosa significherebbe per me (datore di lavoro) se il candidato X (tu) è in grado di aumentare del 15% le conversioni?

A seguire, abbiamo selezionato alcuni esempi a cui ispirarti nella scelta degli obiettivi da te raggiunti da inserire nel curriculum, adatti a una varietà di ruoli e aziende:

Servizio clienti

  • “Organizzazione delle comunicazioni con i nuovi clienti, con aumento della soddisfazione della clientela del 20%”
  • “Conduzione di un progetto per l’apertura di un dipartimento all’estero” “Aumento del 15% dell’NPS tra i clienti che avevano inizialmente presentato un reclamo”

Accoglienza

  • “Introduzione di un nuovo menu e taglio dei costi del 10%, mantenendo al contempo la soddisfazione della clientela e aumentando il fatturato” “Co-organizzazione nella riapertura e nella conferenza stampa di un cinema”
  • “Sviluppo e lancio di un nuovo piano di accoglienza, con conseguente aumento del 15% degli ospiti e del 9% in NPS”

Designer

  • “Progettazione grafica della copertina di Forbes Magazine, numero di gennaio 2020”
  • “Conduzione della fase concettuale del cambiamento di marchio di un’importante azienda”
  • “Riduzione del 30% delle chiamate clienti, con un miglioramento dell’esperienza clienti per una compagnia assicurativa”

Vendite

  • “Aumento medio del 35% del valore degli ordini rispetto agli altri Account Manager, grazie alle eccellenti capacità di cross-selling”
  • “Avvio di una campagna di mantenimento dei clienti, risultante in un tasso di conservazione del 70%”
  • “Reingaggio di 10 maggiori ex clienti che si erano rivolti alla concorrenza”

Acquisti

  • “Effettuazione nuova campagna fondi, sfociata in 3 importanti contratti con fornitori”
  • “Organizzazione di un programma di formazione per il mio dipartimento che ha generato un flusso costante di nuovi talenti”
  • “Supervisione della gestione delle scorte durante un taglio alle forniture, migliorando il livello della disponibilità del servizio del 33%”

Promozione

  • “Riduzione del 13,2% delle spese pubblicitarie e incremento dei business in entrata del 3%
  • “Co-scrittura di un articolo per il New York Times riguardante il mio datore di lavoro”
  • “Sviluppo di un nuovo percorso del cliente, con aumento della media di conversione del 15%”

Edilizia

  • “Rispetto dei nuovi protocolli di sicurezza governativi, evitando pene severe come ad esempio la chiusura del cantiere”
  • “Gestione di una squadra di 8 operai, con un aumento del 40% delle consegne grazie alle forti doti collaborative e a un’eccellente pianificazione”
  • “Vincita del premio Impiegato dell’Anno”

Dovresti aggiungere al tuo curriculum i risultati non pertinenti al lavoro?

Immagina di aver fatto qualcosa di straordinario, come correre una maratona. È da includere nel curriculum se, ad esempio, stai facendo domanda per un posto come rappresentante commerciale? Dopotutto, è un po’ difficile sostenere che la tua prestanza fisica ti sarà utile nell’adempimento del tuo lavoro.

In ogni caso, consigliamo di aggiungere anche i traguardi personali non attinenti alla posizione per cui si fa domanda. La tua abilità nel correre non ti servirà per siglare nuovi contratti, ma partecipare a una maratona dimostra un alto livello di disciplina e motivazione.

Suggeriamo pertanto a chi aggiunge i traguardi non attinenti al lavoro di indicarne almeno uno o due che possano invece dimostrare delle competenze direttamente connesse alla posizione aperta. In questo modo, dimostrerai non solo di essere appassionato di attività che svolgi nel tuo tempo libero, ma anche di riuscire a ottenere risultati in ambito lavorativo.

Crea il tuo cv

Dove e come aggiungere nel curriculum gli obiettivi raggiunti?

Non esiste una risposta precisa a questa domanda. Raccomandiamo sempre di classificare le diverse sezioni del curriculum in base alla loro importanza, relativamente al lavoro per cui si fa domanda. Ciò vuol dire che se i risultati da te ottenuti sono di grande valore rispetto alla posizione libera, dovresti collocarli nella prima pagina del curriculum; se, invece, non sono di particolare interesse per il tuo potenziale datore di lavoro, fai prima posto alle informazioni più rilevanti, come la tua descrizione personale e le tue competenze.

Gli obiettivi da te raggiunti possono essere presentati in due modi diversi:

  • Aggiungendo nel curriculum un’apposita sezione
  • Includendoli nella descrizione dei tuoi lavori precedenti, alla sezione “Esperienza Professionale”

Se proprio vuoi enfatizzare i risultati ottenuti, sarebbe meglio elencarli in una sezione a parte. In questo modo risalteranno e non c’è il rischio che sfuggano. Se voi inserirli in maniera più discreta, puoi farlo tramite un elenco puntato tra le tue esperienze professionali.

Aggiungi

I risultati possono essere aggiunti alla sezione "Esperienza professionale" oppure puoi scegliere di evidenziarli in una sezione separata, come illustrato di seguito.

Aggiungi

Curriculum Vitae esempio

Curriculum Vitae esempio

Scaricare - Curriculum Vitae esempio

Articoli collegati

Oltre 112.872 utenti hanno già creato il proprio CV

Con CV maker puoi creare in modo rapido e facile un CV professionale e specializzato in 15 minuti.

Crea il tuo CV

Hai il 65% di possibilità in più di ottenere un lavoro