Indica i corsi nel tuo curiculum

Hai seguito uno o più corsi e vorresti menzionarli correttamente nel tuo curriculum vitae? Dove inserirli? Questo è ciò che molte persone si chiedono quando creano un curriculum, motivo per cui abbiamo scritto un articolo al riguardo.

La domanda più importante per ogni sezione del tuo curriculum dovrebbe essere: quanto è rilevante per questo specifico impiego?

È importante modificare il tuo curriculum in base alla domanda. Alcune informazioni possono essere molto rilevanti per una domanda di lavoro, ma completamente irrilevanti per quella successiva. Ad esempio, hai ottenuto vari diplomi di vela e vuoi diventare un rappresentante per un grossista di parti di barche? Allora sarà sicuramente un vantaggio! Se lo stesso curriculum lo utilizzi anche per fare domanda come rappresentante per una compagnia di telecomunicazioni, i tuoi certificati di navigazione non sono degni di nota.

Se hai seguito corsi pertinenti all’impiego, puoi risultare più attraente come candidato perché hai più conoscenza e coinvolgimento in un particolare argomento. Questo potrebbe essere il motivo per cui il reclutatore dell'azienda ti sceglie per un colloquio. Ovviamente avrai maggiori probabilità di essere convocato per un colloquio se ti candidi con un curriculum pertinente e valido.

Dove elencare i certificati e i corsi che hai conseguito?

Dovresti deciderlo volta per volta. La regola pratica è posizionare le informazioni più rilevanti il più in alto possibile nel curriculum. Un datore di lavoro deve essere in grado di vedere rapidamente che sei un candidato adatto. La tua esperienza lavorativa o istruzione potrebbe essere meno rilevante dei certificati che hai ottenuto o dei corsi che hai seguito. In questo caso, posiziona corsi e certificati in alto! Potrai compensare la mancanza di esperienza lavorativa pertinente con le conoscenze più rilevanti acquisite durante un corso.

Nell'esempio sopra, il candidato ha presentato domanda per una posizione di comunicazione presso un'azienda con orientamento internazionale. Poiché il corso seguito è più rilevante, ad esempio, dell'esperienza lavorativa, è facilmente collocabile in cima al curriculum con il nostro creatore di CV.

Come menzionare un corso nel tuo curriculum?

La domanda è, ovviamente: qual è il modo migliore per menzionare un corso nel tuo curriculum? Innanzitutto, dipende da quanti corsi che vuoi menzionare. Se le voci sono tante o lunghe o se vuoi enfatizzarle, potresti fare una sezione a parte. Se un (nuovo) corso è molto simile a un corso o studio che hai già seguito, non è necessario menzionarlo.

Le informazioni più importanti relative al corso sono: il nome del corso, il nome dell'istituto, la durata e se è stato ottenuto un certificato. Di seguito è riportato un esempio di come elencare un corso in ordine cronologico, in modo che l'ultimo corso (il più recente) sia in cima.

2018 - Agile & Scrum basic training (Agile Srum Group) (Diploma: Sì)

2017 - Microsoft Excel Advanced (Diploma / Certificato: Sì)

Se vuoi dare maggiore enfasi al tuo corso, puoi farlo aggiungendo una descrizione. Spiega perché hai seguito il corso e cosa hai imparato, ad esempio.

Quali corsi fanno bene al tuo CV?

Questo ovviamente dipende dalla domanda, ma la pertinenza è sempre importante. In linea di principio, è sempre bene citare i seguenti corsi.

Corsi di approfondimento rilevanti per il tuo campo: come programmatore, ad esempio, eccelli in uno specifico linguaggio di programmazione grazie a un corso? Questa è una competenza preziosa!

Corsi rilevanti per lo svolgimento della tua nuova posizione: lavori come cuoco o nel ministero e hai seguito un corso di risposta alle emergenze? Ciò è rilevante per ogni datore di lavoro del settore.

Corsi di lingua: parlare una lingua in più è spesso utile! Soprattutto le lingue parlate nei paesi limitrofi con i quali vengono condotti molti scambi. Ad esempio, parli bene tedesco, inglese, francese o spagnolo grazie a un corso? Assicurati di inserirlo nel tuo curriculum!

Non elencare i corsi

In generale è bene menzionare i corsi nel curriculum. Tuttavia, ci sono anche alcuni motivi per non menzionarli. Le ragioni principali per cui non farlo sono:

  • Il corso non è in alcun modo rilevante. Questo potrebbe indicare che non hai studiato a fondo l’annuncio di lavoro. Se un corso non ha attinenza con la funzione prevista, è meglio lasciarlo fuori.
  • Il corso è molto datato. Hai seguito un corso in dattilografia? Sei bravo con MS-DOS? Oggi queste competenze cono sono più rilevanti. Elencare dei corsi che non sono più rilevanti è controproducente, poiché dà l’impressione che non stai al passo con i tempi.
  • Il corso è troppo personale. Alcuni corsi che segui per interesse puramente personale solleveranno delle domande nel datore di lavoro. Chiediti in anticipo se un corso è rilevante per un reclutatore.

Ancora più elementi nel tuo curriculum

Ci sono più elementi che puoi menzionare nel tuo curriculum. Anche le abilità sono importanti, e puoi menzionarle nei corsi. Alcuni corsi sono intesi come conoscenza approfondita e in questo modo puoi mostrare al tuo futuro datore di lavoro ciò che sai e ciò che hai imparato. Se hai seguito molti corsi, dimostri anche rapidamente che sei disposto a imparare e impegnarti nel tuo lavoro e che vuoi lavorare sodo. Ci sono ovviamente molte altre esperienze e contenuti che puoi dichiarare nel tuo curriculum oltre ai tuoi dati personali, come istruzione, esperienza lavorativa, lingue, attività aggiuntive (es. volontariato), profilo, referenze e molto altro. Con il nostro creatore di curriculum online puoi facilmente inserire tutti questi elementi nel tuo curriculum in qualsiasi ordine tu voglia con consigli pratici. I modelli di curriculum professionali che puoi utilizzare sono tanti. Crea subito un bel curriculum e candidati per quel nuovo lavoro!

Articoli collegati

Oltre 112.872 utenti hanno già creato il proprio CV

Con CV maker puoi creare in modo rapido e facile un CV professionale e specializzato in 15 minuti.